HO'OpOnOpOnO

∞ Che la pace dell'Io sia con Voi ∞
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
partecipa anche tu all'entanglement! leggi le info nella sezione dedicata
siamo anche su facebook! - ho'oponopono italiano / legge di attrazione <---
contattaci ho.oponopono.forum@gmail.com

Condividi | 
 

 L'arte del Qi-gong

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Nataku

avatar

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 30.01.10

MessaggioTitolo: L'arte del Qi-gong   Sab Feb 13, 2010 1:14 pm

Fin dall'antichità, in Cina sono state sviluppate delle tecniche di salute per guarire da ogni tipo di malattia, per riequilibrare il corpo, ma anche per aumentare l'energia vitale dell'individuo ed interagire con essa in molte maniere. L'insieme di queste tecniche, in epoca contemporanea, ha preso il nome di 'Qigong'.
Questo nome ha un significato molto ampio ed insieme molto profondo; per comprenderlo fin dall'inizio nel modo giusto, possiamo anche analizzarne un altro: 'gongfu' (lett. 'Maestria'). Gongfu è un termine che significa ottenere qualcosa attraverso l'impegno, la costanza e la pazienza (dove 'gong' significa 'lavoro che richiede forza, quindi meritorio e 'fu' sta per 'uomo cresciuto, uomo maturo o Maestro'). Nel termine Qigong, abbiamo quello stesso 'lavoro meritorio' fatto sul Qi (energia vitale, soffio, respiro,…).
Sulla base della stretta correlazione tra spirito e corpo, è stata sviluppata una pratica fisica, respiratoria e mentale che, rafforzando l'organismo sano e curando quello malato, aiuta la circolazione dell'energia vitale in noi, attraverso la cooperazione di corpo, respiro e mente. Questa cooperazione è fondamentale: il corpo, il respiro, la mente, l'energia, lo spirito, ... sono elementi, espressioni di un'unità: l'essere umano! Ognuno di questi elementi è parte e forma dell'altro, perciò è in grado di interagire con gli altri, di influenzare e modificare gli altri. L'organismo quindi, come insieme organico, completo di tutti questi elementi, ha bisogno di un corrispondente insieme di pratiche e "ginnastiche" che possano stimolare e controllare la salute sia fisica (del corpo e del respiro), sia mentale, energetica e spirituale.
Il Qigong è l'arte di coltivare il Qi, accrescerlo, rafforzarlo e raffinarlo, attraverso tecniche esterne e spirituali: respirazione, postura e movimento, concentrazione mentale e meditazione. L'insieme delle sue tecniche, elaborato e sviluppato attraverso i millenni con lo scopo di favorire e mantenere la salute, donare longevità, forza e conoscenza, in vista di una realizzazione anche spirituale, è anche parte importante della Medicina Tradizionale Cinese. La struttura portante del metodo di pratica e di terapia in cui consiste il Qigong, è infatti quella della MTC, poiché ha alla base le stesse leggi (oltre agli stessi principi filosofici), le stesse modalità interpretative e diagnostiche: concetto di energia (Qi), legge dello Yin/Yang; legge dei cinque movimenti, livelli energetici, meridiani, ecc. Dalla MTC, però si distanzia quando si definiscono gli scopi e le tecniche di pratica personale e di terapia sull'altro. Infatti il Qigong considerato parte della MTC, è solo una parte di quello che rappresenta il mondo filosofico, culturale e tecnico alla base della pratica e della terapia del Qigong.
Dal punto di vista terapeutico, il substrato culturale e tecnico su cui si fonda il "lavoro sul Qi" è la Medicina Popolare ed il suo processo di sviluppo nel corso della storia, quella praticata ancora oggi, tradizionalmente, dai maestri di Qigong nelle campagne o nei villaggi, basata sulla vera sensibilità personale e sulla capacità di interagire a livello energetico con il mondo esterno e con le altre persone, ... tutto questo molto prima della vera e propria canonizzazione attuata da quella che attualmente è diventata la Medicina Tradizionale Cinese in uso negli ospedali e diffusa per tutto il mondo. Per quanto riguarda la pratica personale più profonda, le fondamenta sono quelle che mettono insieme le antiche pratiche di longevità taoiste, le tecniche per un lavoro interiore utilizzate nei templi dai monaci buddisti per una crescita della consapevolezza spirituale, o dai praticanti delle arti marziali per una base di preparazione più approfondita che comprendeva proprio una cooperazione di corpo - respiro - mente attraverso lo stesso "lavoro sul Qi".
Dal punto di vista sia della pratica personale, sia della terapia, il Qigong fornisce, dunque, al praticante un grande strumento di conoscenza e di salute per sé e per gli altri: favorisce lo sviluppo della consapevolezza più sottile e potente del Qi. Quando poi il Qi è sapientemente indirizzato nel proprio corpo o nel corpo delle altre persone, aiuta a guarire eliminando i blocchi, le stasi, i punti deboli nella rete dei vasi e canali del sistema energetico. Gli esercizi praticati forniscono una sapiente guida alla forza vitale che può essere indirizzata in ogni cellula del proprio corpo o proiettata esternamente attraverso le mani, gli occhi e la mente, verso un altro individuo, realizzando una vera pranoterapia guidata e consapevole, dagli alti poteri rigenerativi e di guarigione.
-PRINCIPI TEORICI DEL QUIGONG
http://www.qigongdao.it/italiano/principi%20teorici.htm
QUIGONG SUPERIORE E INFERIORE
Il Qigong inferiore è quello che si occupa di mantenere il corpo in salute e curare le malattie (tipo il Reiki, l'agopuntura o la Medicina Energetica).

Il Qigong superiore è quello che serve a sviluppare il vero corpo: l'anima (e forse anche oltre ).

- L'apertura del cuore
L’energia cosmica che costituisce la vera potenza energetica di una persona non è acquisita tramite la pratica di esercizi di qigong (statica o in movimento), ma tramite la coltivazione del cuore e della propria natura umana.
Lavorando sulle proprie emozioni e sull’apertura del cuore si accumula la virtù, proprio come accumulare un credito nei confronti dell’Universo. Quindi si sviluppa come un’energia che cresce a spirale dal basso verso l’alto (e qui il paragone con kundalini ci sta) fino a formare un pilastro di energia sopra la testa. L’altezza del pilastro varia secondo il livello sviluppato.
Una grande potenza energetica, ottenuta con questa energia ad alta vibrazione, permette lo sviluppo ed il rafforzamento delle capacità psichiche.

Ci sono però anche persone che non hanno ancora raggiunto il livello di apertura del cuore, ma che già hanno sviluppato delle capacità psichiche… anche questo è vero. Quindi possiamo dire che sono facoltà latenti nell’essere umano. Tutti noi siamo forniti di capacità soprannaturali ad un livello potenziale.
E queste possono essere risvegliate ad un livello molto alto con l’apertura del cuore e la pratica delle tecniche energetiche.
L’apertura del cuore è la chiave fondamentale per lo sviluppo della potenza energetica
Il qigong di alto livello funziona solo con un requisito di base: la coltivazione del cuore.
Questa è la vera chiave per aumentare il livello di energia... da "lavorare" poi con le tecniche energetiche.
Ad alto livello la potenza energetica non viene determinata dalla tecnica, ma dal cuore... diversamente dal qigong di livello comune in cui l'assioma fondamentale è "L'energia va dove la mente vuole".
Qui si passa ad un livello superiore... dal centro mentale inferiore al Centro Emozionale Superiore... dalla mente al Cuore.
Quindi non serve praticare ore e ore le tecniche se non si dà una particolare attenzione allo sviluppo del Cuore, se non si impara ad amare se stessi e gli altri.

Aprire il proprio cuore significa acquisire un atteggiamento diverso, proprio di chi lavora sulla trasmutazione di se stesso.
Fondamento di questo atteggiamento è accordarsi con le caratteristiche del cosmo.
Assimilare la Verità
Assimilare l'Amore e la Compassione
Assimilare la Tolleranza

E nell'assimilare queste caratteristiche dobbiamo lasciare andare i nostri attaccamenti... i nostri comportamenti, le abitudini negative, le emozioni ed i pensieri... ogni cosa che viene fatta senza consapevolezza, ma per pura reazione alle illusioni del mondo.
E se il mondo è un'illusione, dobbiamo staccarci dagli attaccamenti a questa illusione: la fama, il profitto, l'avidità...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sottocolle



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 30.01.10

MessaggioTitolo: Re: L'arte del Qi-gong   Sab Feb 13, 2010 1:58 pm

Ho praticato Kung Fu shaolin per 5 anni, tang lang e tai chi.
Erano anche previste delle pratiche di qi gong.

Però credo che il nostro attuale stile di vita ci impedisca di poter lavorare in modo costante e preciso sulle tecniche mente-corpo.

Credo che il vantaggio dell'Hoponopono o della LOA, sia proprio questo: poterla applicare sempre, in qualsiasi momento (intendo come stato mentale)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Nataku

avatar

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 30.01.10

MessaggioTitolo: Re: L'arte del Qi-gong   Sab Feb 13, 2010 2:30 pm

Infatti, il nostro attuale stile di vita è sbagliatissimo. I fondamenti della gestione energetica, la meditazione, la visualizzazione, i sogni lucidi, la nostra capacità intrinseca di co-creatori, dovrebbero essere materie insegnate nelle scuole. Ma finchè restiamo come siamo, Loa e Ho'op sono le tecniche migliori che possiamo attuare. Grazie a queste, anche non sapendo nulla della teoria, delle basi, dei concetti che formano le grandi filosofie spirituali, si possono comunque generare in noi quelle capacità latenti che normalmente si risveglierebbero a partire dagli esercizi e dalla tecnica. Grazie alla "conoscenza silenziosa" possiamo mettere in pratica concetti che non abbiamo mai imparato da nessuno, solo perchè ce li ha suggeriti la "mente cosmica".
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sottocolle



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 30.01.10

MessaggioTitolo: Re: L'arte del Qi-gong   Sab Feb 13, 2010 3:20 pm

Io penso che a modo suo, anche la nostra cultura e religione conservasse in sè i semi di ciò che possiamo considerare (in forma evoluta), loa.
Ma la Chiesa si è sempre limitata ad asporre teorie strettamente superficiali. Si parla tanto di preghiera, ma mai di COME farlo. In tutte le filosofie orientali, e nelle loa, punto cardine della preghiera (richiesta), è il sentimento, l'emozione (che alzano i livelli vibrazionali).
A me, a catechismo, hanno isegnato solo una serie di "filastrocche" magiche, che al massimo hanno il vantaggio di alienarti e quindi comportare l'effetto mantra.

Non mi piace, comunque, dividere il mondo in bianco e nero. Non credo che l'oriente abbia solo punti di forza. Ci sono dei limiti anche in filosofie come quelle buddhiste, o indiane, a mio avviso.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
GufoOscuro

avatar

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 21.04.10
Località : Piemonte

MessaggioTitolo: Re: L'arte del Qi-gong   Sab Mag 08, 2010 12:10 pm

interessante!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'arte del Qi-gong   

Torna in alto Andare in basso
 
L'arte del Qi-gong
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» cerco appunti di ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECO E ROMANA e di ARCHEOLOGIA CRISTIANA
» Arte e rifiuti
» CERCO LIBRI PER STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA
» Cerco Malaspina vol.2 e Arte Romana (Zanker)
» cercasi manuale di storia dell'arte moderna bertelli urgente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
HO'OpOnOpOnO :: FILOSOFIE, RELIGIONI E ZEN-
Vai verso: